Menu

Pane a merenda, ha ancora senso?

13 Maggio 2019 - BLOG
Pane a merenda, ha ancora senso?

 

 

Abituati a proporre alimenti confezionati, spesso gli imprenditori dei bar si dimenticano del grande amore che i clienti hanno per i prodotti semplici. Preparati sul momento, senza troppi fronzoli.

Noi di Solopane ovviamente sosteniamo con forza l’utilizzo del pane, in tutte le occasioni possibili.

In particolare, nel tempo del salutismo estremo, la proposta del pane a merenda è gustosamente efficace.

Ecco per quale motivo.

I bambini sono innamorati di pane e marmellata, pane e burro, pane e burro di noccioline, pane e prosciutto. Che sia dolce o salata non importa, la merenda è una coccola fondamentale. A patto che il pane non sia gommoso, né di recupero, né troppo secco.

Preparare un panino sul momento, mentre due o tre piccoli clienti attendono speranzosi il primo boccone, non è particolarmente gravoso, in nessun bar.

Con il panino è possibile mantenere un controllo delle calorie e dei valori nutrizionali in generale. Questo aiuta a lanciare il messaggio che la merenda al bar non è all’insegna del grasso sfrenato, ma della dieta intelligente (ti ricordiamo che l’obesità infantile è un grosso problema, anche in Italia).

La proposta del panino a merenda si può integrare a quella del gelato, di una buona merendina confezionata, di una macedonia. Più ampia sarà l’offerta, più vi sarà la possibilità di intercettare in modo corretto le esigenze sia dei bambini che delle loro attentissime mamme.

Su questo blog trovi tantissime proposte utili. Ecco qualche sfizioso prodotto:

-i bocconcini di pane per le miniporzioni, che trovi qui,

-la classica rosetta al sesamo, per una “merendona” che trovi qui.

-il pane americano affettato, per una esperienza stra-morbida, che trovi qui.

Procedi subito all’acquisto, ti ricordiamo che l’e-commerce è sempre aperto, a ogni ora del giorno e della notte!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *